Idee originali per celebrare il SI’: il matrimonio “open-air”

Per chi sceglie di celebrare il SI’ con rito civile non per forza è obbligato a optare per la classica cerimonia in Comune. Spesso infatti si svolge in pochi minuti, non sempre c’è la possibilità di personalizzare la sala comunale come si vorrebbe e c’è quindi il timore di un risultato poco soddisfacente per l’importanza che invece quel rito riveste per gli sposi e per gli invitati.

Esiste però una valida alternativa alla celebrazione delle nozze in Comune, che anzi permette agli sposi di dare spazio a tutta la creatività e originalità possibile. Sto parlando del rito matrimoniale “open-air, che può essere organizzato ad esempio su un bel prato di una villa o dimora storica o anche in spiaggia a piedi scalzi in riva al mare.

Sulla scia della tradizione americana, il matrimonio all’aperto sta diventando anche in Italia un’usanza sempre più diffusa. In Italia sposarsi all’aperto è sicuramente più complicato perché il cattolicesimo permette le nozze soltanto in luoghi consacrati ed anche per il rito civile esistono delle limitazioni. Ma vediamo nel dettaglio come rendere questo sogno realtà!

Per la celebrazione del rito ci sono due opzioni: il rito ufficiale e il rito simbolico.

In Italia, organizzare un matrimonio civile all’aperto è possibile soltanto nel caso in cui il proprio Comune disponga di un giardino o di un parco per la cerimonia. I registri comunali infatti non possono essere trasportati al di fuori del territorio comunale.

Per territorio comunale si intende non solo il Comune ma anche tutti quei luoghi che il Municipio ha eletto a “casa comunale”, a luoghi cioè autorizzati dal Comune alla celebrazione del matrimonio con rito civile all’aperto alla presenza di un loro delegato.

Esistono inoltre ville e castelli per matrimoni che, grazie ad un accordo con il Comune di appartenenza, possono ospitare cerimonie civili all’aperto, dando così la possibilità agli sposi di effettuare un allestimento per il matrimonio all’aperto completamente in linea con i propri gusti e stile.

Nel caso in cui la propria città non disponga di località particolarmente affascinanti e suggestive, si può richiedere che la cerimonia all’aperto venga effettuata in qualsiasi Comune italiano, richiedendo semplicemente la delega all’Ufficio pubblicazioni del proprio comune di residenza.

In ogni caso, se il matrimonio all’aperto vi ha sempre affascinato e non volete rinunciare all’emozione di dire SI’ tra allestimenti floreali, ghirlande, o tra il suono delle onde del mare, potete optare per un matrimonio simbolico.

Dopo aver legalizzato le nozze in Chiesa o in Comune, è possibile organizzare una cerimonia simbolica all’aperto nella location prescelta e con le modalità preferite. Una riproduzione in grande stile della cerimonia religiosa o civile senza alcuna limitazione.

In entrambi i casi potrete comunque personalizzare il testo standard del rito, arricchendolo ad esempio con interventi di amici o parenti o con intermezzi musicali.

Una cerimonia e un ricevimento all’aperto si prestano a tantissime possibilità decorative e dispositive: la tipologia di sedie, tavoli e fiori e la loro conseguente collocazione, l’allestimento della cerimonia e le attività da svolgere insieme ai vostri invitati.

La natura può fare da protagonista e permettervi di creare dei percorsi o sentieri che facciano da guida ai vostri ospiti per scandire e dividere i diversi momenti dell’evento. Questo con l’aiuto di fiori, piante, decorazioni e accessori di qualsiasi genere.

Un suggerimento: non esagerate con i fiori se la location scelta è già ricca di verde, piante ed alberi da frutta, ma piuttosto prediligete candele e luci specialmente se il ricevimento è alla sera.

In ogni caso, fiori e decorazioni dovranno seguire i parametri del fil rouge prescelto, pertanto è consigliabile non mescolare stili e colori diversi, ma fare in modo che sia tutto quanto omogeneo e in armonia con la natura circostante.

Se gradite potete anche consigliare un particolare dress code: un abito lungo da cerimonia è molto più adatto ad esempio ad una cena serale in giardino, piuttosto che un abito corto che si addice molto di più alla spiaggia.

E se piove? Sicuramente avrete pensato anche al piano B! Meglio non farsi cogliere impreparati e accordarsi in precedenza con i gestori della location su questo punto, per trovare una soluzione alternativa all’interno o comunque al coperto, come ad esempio l’utilizzo di una tensostruttura.

Se gradisci condividere la tua esperienza, scambiare idee e suggerimenti, o hai bisogno di supporto per organizzare il tuo evento speciale, non esitare a contattarmi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...